Festa del Patrono di Fiuggi Terme

Festa delle Stuzze

Fiuggi, il 5 agosto la tradizionale festa delle stuzze.

Fervono a Fiuggi i preparativi per la tradizionale festa estiva delle “stuzze” dedicata a San Biagio, Santo Patrono della cittadina termale che – quest’anno – si terrà il 5 agosto.

La manifestazione è una degli appuntamenti folkloristico-religiosi più seguita in Ciociaria, soprattutto grazie alla suggestiva storia legata al miracolo di San Biagio.

La tradizione vuole che i cittadini portino in processione le “stuzze”, tronchi di legno infuocati che, al grido di “EVVIVA SAN BIAGIO”, vengono utilizzate per dare fuoco ai “capannoni”, strutture in legno di varie forme e dimensioni, costruiti in ogni quartiere della città.

Grandi falò sono accesi nella piazza del centro storico in memoria del miracolo di San Biagio che, per proteggere la città da ignoti nemici, fece apparire un grande fuoco per mettere in fuga gli assalitori. La festa è una rievocazione storico-religiosa di antichi riti pagani, che si ripete ogni anno ed “accende” la notte di tutta la città di Fiuggi.

Leggenda vuole, infatti, che nella notte del 2 Febbraio 1298, truppe militari della famiglia Cajetani, nemica storica della nobile famiglia Colonna, a quel tempo reggente di Fiuggi, stessero preparando un duplice attacco alla città di Fiuggi, all’epoca chiamata Anticoli di Campagna.

L’intenzione era quella di attaccare da fronti opposti, ma arrivati alle porte del borgo, i soldati nemici secondo il mito, vedendo il paese circondato da fiamme evocate proprio dal santo, credettero di essere stati anticipati dall’esercito alleato e si ritirarono lasciando il paese indenne.

L’indomani i cittadini di Fiuggi, venuti a conoscenza dell’accaduto, attribuirono il merito a San Biagio. Decisero, così, di rievocare l’avvenimento ogni anno attraverso la Festa delle Stuzze, organizzando una cerimonia religiosa che ancora oggi mantiene intatto il suo antico valore culturale.

Il 5 agosto di quest’anno si terrà la versione estiva dell’antica festa delle “Stuzze”, ripercorrendo le celebrazioni che, a causa della straordinaria nevicata di febbraio, non è stato possibile svolgere. Sarà l’occasione per attirare la curiosità dei molti turisti, italiani e stranieri che, nel mese di agosto, riempiono gli alberghi di Fiuggi, città termale famosa – sin da allora – per la sua acqua miracolosa.